TESTIMONIANZE

 

EMME è specializzato nell'aiutare i proprietari del Diritto d'Autore a proteggere le loro opere e proprietà artistiche contro la PIRATERIA, nel monitoraggio della propria reputazione in rete con un servizio di WEB REPUTATIONnel fornire assistenza investigativa e legale alle VITTIME DEL WEB, nella lotta contro REVENGE PORN e PEDO-PORNOGRAFIA.

EMME è un trade mark statunitense sotto il quale studi legali e professioniali negli Stati Uniti d'America e in Europa, lavorano insieme per dare assistenza a tutti coloro che hanno bisogno di risultati immediati nell'ambito informatico e internet, un team che grazie alle leggi statunitensi è in grado di aiutare chiunque, specialmente chi non puó permettersi di pagare esorbitanti spese legali.

 

EMME non è una società italiana, è un marchio creato per aiutare chi ha bisogno.

Queste sono solo alcune delle testimonianze che nel corso dell'ultimo anno hanno non solo confermato l'importanza del lavoro di EMME TEAM, ma anche l'affidabilità e la veridicita' del suo metodo e del lavoro di tutti i suoi legali ed esperti, chiamati a collaborare insieme per difendere e aiutare tutte le vittime del web, senza distinzione. Perchè l'unica cosa che chi è contro la verità e la giustizia oggi puó fare, è convincere che la soluzione contro Revenge Porn, Pirateria Multimediale, Cyber-Bullismo non esiste. O almeno che non esiste altra soluzione se non loro. Noi rispondiamo sempre allo stesso modo, mostrando i fatti.

LUX VIDE & EMME TEAM

LA LOTTA CONTRO LA PIRATERIA E IL CASO IN CORTE FEDERALE STATUNITENSE

 

Scoperto dagli Stati Uniti il proprietario e gestore dietro all'intera pirateria multimediale in Italia.

 

 

Dopo due anni di lavoro e grazie ai tabulati internet ottenuti su ordine della Corte statunitense del West Michigan nel procedimento federale civile statunitense aperto da Emme Team in rappresentanza di Lux Vide SPA per la pirateria multimediale delle loro produzioni cine-televisive, ed in seguito per conto di diversi artisti italiani tra cui il paroliere Mogol ed autori musicali come Gianni Bella e Bobby Solo, oltre che per diversi autori letterari, è stato possibile scoprire l'identità di chi, da quasi vent'anni, gestisce tutti i server usati dalla pirateria italiana, i domini dei numeri siti internet e come questo incassa gli abbonamenti da oltre dieci milioni di persone nel mondo, per il download illimitato di musica, televisione, cinema, libri, software e video games e come la medesima persona sia stata in grado di utilizzare lo stesso sistema per la distribuzione di pornografia e pedo-pornografia.

Questo incredibile risultato, ottenuto tramite lo stesso procedimento chiamato Metodo Emme e ora Metodo Cantone, in memoria di Tiziana Cantone, ovvero l’unione tra la legge federale per il diritto d’autore statunitense e la distribuzione illegale di materiale italiano in rete, ha permesso di ricevere dalle società di servizi internet americane nomi, indirizzi, numeri di conti correnti usati per incassare e riciclare il denaro illegalmente. Emme Team rappresentato su Napoli dall’Avv. Salvatore Pettirossi e dall’Avv. Gabriele Esposito, da tempo si batte per aiutare le vittime del web, collaborando anche con la Polizia Postale e il Nucleo Operativo dei Carabinieri nell’individuare dagli Stati Uniti chi dietro ai profili fake commette stalking, revenge porn e pedo-pornografia.

Come le produzioni della serie TV, prodotta da Lux Vide, Diavoli, che ha visto la distribuzione delle puntate in format HD e 4K ancor prima che queste fossero andate in onda.

Ed e’ stata proprio la societa’ della famiglia Bernabei che incaricando Emme Team e i suoi legali in Italia e negli Stati Uniti d’America, che ha permesso di dare una svolta alla lotta contro la pirateria.

 

Tra le scoperte più sconcertanti, oltre ai numeri dei conti corrente su cui sono confluiti pagamenti con carta di credito dal 2006 ad oggi, la conferma dell'uso di BancoPosta e di altre banche presenti in Italia, incluso un sistema di pagamento tramite che permette da anni di abbonarsi alla pirateria dal tabaccaio. Tra le scoperte più sconcertanti, oltre ai numeri dei conti corrente su cui sono confluiti pagamenti con carta di credito dal 2006 ad oggi, la conferma dell'uso di BancoPosta e di altre banche presenti in Italia, incluso un sistema di pagamento tramite che permette da anni di abbonarsi alla pirateria dal tabaccaio.

E mentre negli Stati Uniti, viene finalmente richiesto il mandato di comparizione alla persona ora individuata e riconosciuta come capo di questa organizzazione, al momento residente a Londra, le stesse prove sono già state messe a disposizione della Guardia di Finanza, con spedizioni sigillate e certificate dalla Corte Statunitense e depositate questa mattina presso la Procura della Repubblica di Napoli.

 

Finalmente chiunque ha subito un danno potrà partecipare direttamente con la propria denuncia, andando sul sito di Emme Team e contribuire a fermare la piaga della pirateria, specialmente in questo periodo dove l'emergenza Covid ha contribuito alla recessione del mondo dello spettacolo.

MARIA TERESA GIGLIO

 

Maria Teresa Giglio, madre di Tiziana Cantone, racconta la sua esperienza con EMME TEAM e come, grazie al metodo adottato contro il Revenge Porn, è stato possibile bloccare in tre giorni quello che nessun'altro prima è riuscito a fare in tre anni, fermando la distribuzione dei video di Tiziana in rete, individuando i responsabili, riuscendo a raccogliere le prove che hanno portato in un anno a capire cosa è realmente accaduto, fornendo alla Procura della Repubblica Italiana elementi, documenti e prove per poter dare giustizia ed arrivare a conocere la realta' su cosa è accaduto.

MARIA TERESA GIGLIO

Da Facebook - 14 Settembre 2020

Cari amici, oggi doveva essere una giornata particolarmente triste per me e invece le campane suoneranno a festa. Il caso di Tiziana Cantone è riaperto! Svegliandomi ho ricevuto una notizia che mi riempie di gioia, la sorpresa di quando accade esattamente ciò che speravi da tempo e che mi ha tenuta in vita. In tutti questi anni ho speso sangue, fatica, lacrime amare e sudore senza mai ottenere nulla. Oggi le mie lacrime iniziano ad essere arcobaleni finalmente grazie al lavoro di ”EMME Team” che io chiamo angeli. Angeli che mi ha mandato Dio, solo Lui sa quanto è grande il mio dolore e quanto ha sofferto la mia povera Tiziana. Questa verità che sta uscendo fuori e che conferma tutti miei sospetti tutto ciò che ho sempre gridato ma nessuno mi ascoltava, la devo solo a “EMME Team” e ci tengo a ribadirlo. A loro va tutta la mia riconoscenza di mamma. Sono sicura che questo sia il regalo più bello che potesse ricevere la mia Tiziana, nel giorno del suo quarto anniversario da quando ha lasciato questa terra.

La speranza è stata sempre il mio unico desiderio che mi spronava, la speranza che si riaprisse il caso, che si sgombrasse il campo da una logica sessista e maschilista, che si tenesse ben lontano il moralismo ipocrita e fuorviante e che si riaccendessero i riflettori affinché finalmente si facesse piena luce sulla storia di una povera ragazza che non aveva mai fatto del male a nessuno ma usata e abusata da chi non ebbe scrupoli a farne oggetto dei suoi sporchi giochi, pur sapendo, anzi approfittando delle sue antiche angosce e tormenti.questa terra.

BOBBY SOLO

 

Uno degli Artisti Italiani piu' conosciuti nel mondo ringrazie EMME TEAM e per l'assistenza e la collaborazione ricevuta. Grazie ai nostri legali e paralegali, dagli Stati Uniti e in Italia, EMME TEAM è riuscito a bloccare la pirateria musicale dei brani scritti e interpretati da Bobby Solo e nel contempo lo ha legalmente assistito per bloccare anni di distribuzioni illegali. Lo stesso Bobby in questo video ci ringrazia e consiglia ai suoi colleghi di rivolgersi a EMME TEAM.

Grazie Maestro!

CHIARA MEATELLI

 

Chiara Meattelli, giornalista italiana che da anni segue e racconta il mondo della musica e del cinema internazionale. Per quattro lunghi anni Chiara è stata perseguitata da uno stalker, senza riuscire a trovare una soluzione per uscire dal suo incubo. Fino a quanto si è rivolta a EMME TEAM, riuscendo in pochi mesi a individuare chi la perseguitava, identificarlo e alla fine denunciarlo alle autorita' italiane. Chiara ringrazia EMME TEAM per quello che è riuscito a fare grazie al suo metodo di identificazione basato sulla Legge Federale statunitense D.M.C.A..

 

 

LA STAMPA e IL SECOLO XIX

LOS ANGELES. È un caso che ha fatto molto parlare quello di Tiziana Cantone, la ragazza morta suicida dopo che alcuni video hot trapelati in rete e diventati virali, l’avevano condannata all'umiliazione di una gogna mediatica infernale. Trovata impiccata nello scantinato della sua abitazione il 13 settembre del 2016, il caso è stato archiviato come suicidio ma a 4 anni dalla scomparsa della trentatreenne di Napoli emergono novità che hanno portato alla sua riapertura: un nuovo pubblico magistrato è stato appena assegnato, il giallo è ancora irrisolto.

«Le memorie dello smartphone e del tablet di mia figlia sono state cancellate mentre erano in custodia della polizia giudiziaria come prova» è la rivelazione di Maria Teresa Giglio, madre di Tiziana, che ha realizzato la scoperta grazie a una perizia tecnica effettuata da Emme Team, il gruppo di investigatori informatici e legali, italiani e statunitensi, ai quali si è affidata e che da un anno la seguono. Lo scorso luglio la Giglio aveva infatti inviato negli Stati Uniti i dispositivi della figlia sequestrati dalle autorità giudiziarie il giorno della sua morte e poi restituiti, al fine di sottoporli a investigazioni che potessero raccogliere nuovi elementi.

Link - La Stampa: https://www.lastampa.it/cronaca/2020/09/13/news/suicidio-di-tiziana-cantone-cancellata-la-memoria-di-telefono-e-tablet-la-procura-riapre-il-caso-1.39298697

Link - Il Secolo XIX: https://www.ilsecoloxix.it/speciale/2020/09/13/news/suicidio-di-tiziana-cantone-cancellata-la-memoria-di-telefono-e-tablet-la-procura-riapre-il-caso-1.39298698

LE IENE - IL METODO EMME (ora METODO CANTONE)

 

Veronica Ruggeri ci racconta come l’azienda Emme Team sia riuscita a far sparire i video di questa famiglia anche dai gruppi Telegram in cui erano stati condivisi e come sia possibile richiedere la cancellazione di questo genere di video. Mamma, figlia e fidanzato hanno smesso di andare online dopo il nostro incontro. Noi auguriamo loro un futuro in cui questa brutta storia sia solo un lontano ricordo. Le Iene hanno seguito il lavoro di EMME TEAM, verificando di persona come il Metodo di blocco del Revenge Porn funziona, raccontalo al loro pubblico.

MATILDE ANDOLFO

 

Matilde Andolfo racconta la sua esperienza con EMME TEAM, con i quali ha potuto seguire tutti i passaggi del Metodo Emme il le richieste di blocco dei video illegalmente diffusi in rete e come è poi in seguito possibile identificare i criminali che li hanno condivisi. Matilde ha voluto dare la propria testimonianza, per aiutare tutte le vittime che ogni giorno devono combattere contro il Revenge Porn, raccontando la storia di Tiziana Cantone durante il suo programma televisivo e mostrando al suo pubblico come è possibile salvarsi da questo incubo.

AVV. GABRIELE ESPOSITO

 

L'Avv. Gabriele Esposito spiega in modo semplice come il sistema utilizzato da EMME TEAM permette alle vittime di inizialmente bloccare la distribuzione non autorizzata della propria immagine, video e/o fotografica, e successivamente di conoscere l'identita' dei responsabili di quella violazione, grazie allo sfruttamento del sistema federale statunitense, in materia di diritto d'autore, ottenendo una prova certificata dal gestore del servizio cosi' come dalla corte americana, in modo da poter poi presentarsi presso la Procura delle Repubblica Italiana e depositare una denuncia querela contro noti.

CHRIS NEWBERG

 

Chris Newberg è membro di EMME TEAM e collabora per fornire ai clienti consulenza legale, rappresentanza e consulenza su tutte le forme di pirateria online, privacy e protezione dei beni. Chris illustra quali sono i passaggi che mermettono al Metodo Emme (ora Metodo Cantone) di bloccare i video delle vittime di Revenge Porn, grazie all'applicazione della legge sul diritto d'autore statunitense e di come in realta' la soluzione al problema esiste da anni anche per il Revenge Porn, indicata dagli stessi social come soluzione D.M.C.A. per la distribuzione non autorizzata di materiale privato audio, video e fotografico

TG 5 - GIULIO RAPETTI MOGOL

 

Grazie al Metodo Emme, in meno di tre giorni, sono state bloccate oltre 4,000 violazioni dei brani di Mogol, di cui il 70% riguarda le canzoni scritte con Lucio Battisti. Bloccate anche le violazioni dei brani scritti con Gianni Bella, cantate da Adriano Celentano e Marcella Bella e quelle realizzate con Mario Lavezzi, fra queste: “Vita” interpretata da Gianni Morandi. Oltre ai brani cantati da Mina o il brano “Compagnia” di Mogol-Donida, interpretata da Vasco Rossi e la celebre “Una lacrima sul viso” di Bobby Solo. In aggiunta sono stati effettuati anche i blocchi su due brani di Alfredo Rapetti Mogol, in arte Cheope, interpretati da Laura Pausini e Noemi.

 

 

 

 

 

PIRATERIA ON LINE: Mogol adotta il Metodo Emme per bloccare oltre 4000 violazioni dei suoi
brani.


Il Presidente Avv. Maria Grazia Maxia e il Segretario Generale M° Mario Lavezzi esprimono soddisfazione per i risultati ottenuti dal metodo EMME contro la pirateria musicale.



 

 

 

Grazie al Metodo Emme, in meno di tre giorni, sono state bloccate oltre 4,000 violazioni dei brani di Mogol, di cui il 70% riguarda le canzoni scritte con Lucio Battisti. Bloccate anche le violazioni dei brani scritti con Gianni Bella, cantate da Adriano Celentano e Marcella Bella e quelle realizzate con Mario Lavezzi, fra queste: “Vita” interpretata da Gianni Morandi. Oltre ai brani cantati da Mina o il brano “Compagnia” di Mogol-Donida, interpretata da Vasco Rossi e la celebre “Una lacrima sul viso” di Bobby Solo. In aggiunta sono stati effettuati anche i blocchi su due brani di Alfredo Rapetti Mogol, in arte Cheope, interpretati da Laura Pausini e Noemi.
 

Il Metodo, attraverso take down-notice, il sistema previsto dalla legge federale statunitense DMCA (Digital Millennium Copyright Act), in difesa delle opere d’ingegno, permette di individuare in rete le violazioni, ottenere dagli Stati Uniti la prova dell’illecito, individuare i responsabili e in tal modo poter chiedere alla Corte Federale il risarcimento dei danni, anche alle compagnie che hanno permesso la diffusione illecita delle opere, fornendo servizi o affittando i loro server. Mogol ha fatto ricorso all’Emme Team dopo che Lux Vide, sempre grazie al loro Metodo, il giugno scorso ha ottenuto il blocco del 70% di oltre 9,000 violazioni delle loro produzioni cine-televisive accertate in rete e ottenendo la possibilità di chiedere ora il risarcimento dei danni presso la Corte Federale americana. Il Metodo, sviluppato dal Team Emme negli Stati Uniti, permette il blocco di qualsiasi file illegalmente distribuito in rete, grazie alla licenza che il team statunitense possiede, dove, il blocco corrisponde automaticamente alla certificazione dell’illecito. Nel contempo, una volta che le prove sono state raccolte, il team inoltra una copia anche alla Polizia Postale, in modo che possano individuare i responsabili in Italia.

MOGOL: “Finalmente una soluzione che permette a tutti gli autori, produttori e vittime del web, di difendersi, raccogliendo le prove necessarie affinché i colpevoli rispondano dei danni e non continuino a danneggiare le opere musicali, letterarie, televisive e cinematografiche“.

STUDIO APERTO - MARIA TERESA GIGLIO

 

Chris Newberg è membro di EMME TEAM e collabora per fornire ai clienti consulenza legale, rappresentanza e consulenza su tutte le forme di pirateria online, privacy e protezione dei beni. Chris è avvocato presso il Rodenhouse Law Group di Grand Rapids, nel Michigan, dove è specializzato nel rappresentare coloro che appartengono alla "classe creativa". Si è laureato in comunicazione presso la Michigan State University e ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso la Western Thomas Thomas Cooley Law School del West Michigan. Anche se vive e lavora a Grand Rapids, Chris lavora 

STORIE ITALIANE - MARIA TERESA GIGLIO

 

Maria Teresa Giglio racconta durante una puntata del programma televisivo Storie Italiane su RAI1, come è stato per EMME TEAM scoprire la verita' sui dispositivi elettronici (Ipad, Personal Computer e Smartphone) posseduti da Tiziana, recuperando i dati e riuscendo a scoprire cosa accadde dopo il 13 Dicembre 2016.

CHRIS NEWBERG

 

Chris Newberg è membro di EMME TEAM e collabora per fornire ai clienti consulenza legale, rappresentanza e consulenza su tutte le forme di pirateria online, privacy e protezione dei beni. Chris è avvocato presso il Rodenhouse Law Group di Grand Rapids, nel Michigan, dove è specializzato nel rappresentare coloro che appartengono alla "classe creativa". Si è laureato in comunicazione presso la Michigan State University e ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso la Western Thomas Thomas Cooley Law School del West Michigan. 

LEE ORLOFF

 

Il sette volte Academy Awards nomination, per film come The Insider, The Abyss, e premio Oscar per il sonoro di  Terminator 2, uno degli ingegneri del suono piu' famosi al mondo ha collaborato con EMME TEAM per ripulire gli audio delle chiamate al 118 del casi Vannini, per scoprire finalmente le ultime parole di Marco, quella tragica notte, contribuendo a mostrare e ascoltare la verita'. Questa incredibile testimonianza è un esempio di come l'unione di grandi professionisti puo' fare la differenza e fare del bene. Il motivo per cui il marchio EMME TEAM è stato creato e ogni giorno aiuta chi ha bisogno.

DANIELE AUTIERI - CLEAN CHANNEL

 

Lo scrittore e giornalista Daniele Autieri realizza un documentario sulla vicenda di Tiziana Cantone. Per l'occasione Autieri ha seguito come EMME TEAM, applicando la legge federale statunitense D.M.C.A. è in grado di richiedere ed ottenere il blocco di qualsiasi file illegalmente diffuso nel web.

 

Dopo aver documentato ogni passaggio del procedimento, lo ha mostrato al pubblico, in modo che le vittime possano comprenderne il funzionamento, riusciendo in questo modo a combattere il Revenge Porn.

AVV. SALVATORE PETTIROSSI - QUARTO GRADO

 

L'Avv. Salvatore Pettirossi, membro di EMME TEAM, ospite del programma televisivo Quarto Grado, in onda su Rete 4 e condotto da Gianluigi Nuzzi, mostra la pubblico come è stato possibile, grazie alla collaborazione dell'ingegnere del suono, premio Oscar per Terminator 2, Lee Orloff, scoprire le ultime parole di Marco Vannini, registrate all'interno del file audio delle chiamata al 118, effettuata la notte della sua morte. 

Una fondamentale testimonianza dell possibilita' tecniche dei paralegali che lavorano con EMME TEAM.

Emme Team

GAIA BOZZA - SKYTG 24

 

La bravissima giornalista di SkyTG 24 mostra al pubblico come è possibile ogni giorno per EMME TEAM ottenere i blocchi di immagini, video e musica, illegalmente diffusa in rete e come questo metodo ha funzionato per casi come quello di Tiziana Cantone, ma anche per artisti del calibro di Mogol. Nel servizio la giornalista mostra al pubblico i vari passaggi estrapolati dai video dei blocchi effettuati per il cantautore italiano.

TG 2 ITALIA - MARIA TERESA GIGLIO

 

TG 2 Italia intervista Maria Teresa Giglio per raccontare come è stato possibile in pochi giorni con EMME TEAM e l'applicazione della legge federale statunitense D.M.C.A. bloccare i video di sua figlia Tiziana su centinaia di siti internet, come Pornhub, arrivando anche all'identificazione dei responsabili, potendoli cosi' denunciare finalmente alle autorita'. 

Una testimonianza per far sapere alle vittime di Revenge Porn che esiste il modo di risolvere il loro problema e ottenere le prove per fermare chi li perseguita.

MARINA e VALERIO VANNINI

 

EMME TEAM ringraziano con tanto affetto Marina e Valerio Vannini, genitori di Marco Vannini. 

E' stato per tutti noi un piacere e un onore aver potuto dare il nostro contributo alla scoperta della verita' di quanto accaduto a Marco quella notte. Il team statunitense con i nostri legali, paralegali e i tecnici audio che hanno lavorato con Lee Orloff ed il team italiano vi sono vicini e lo saranno sempre fino all'ultimo giorno, quando ci sara' finalmente giustizia per loro figlio.

EMME TEAM grazie alla partecipazione di tutti i Suoi membri è presente e può aiutare le vittime negli Stati Uniti d'America (Illinois, Michigan e California), in Italia (Milano, Como, Bologna, L'Aquila, Roma, Latina e Napoli), in Spagna (Madrid), in Francia (Parigi) e in Germania (Berlino). Le società di consulenza chiamate a collaborare nei vari casi sono presenti negli Stati Uniti, Europa, Israele e Australia. La collaborazione vince sul mero profitto, sull'arroganza e sulla volontà dei molti di sfruttare le vittime.

NOTA: EMME TEAM non gestisce la pagina Facebook Emme Team. Questa è stata data in gestione amichevolmente a un cliente che aiuta nel tenere apertop un canale sui social network per gli aggiornamento sui traguardi dei nostri legali, nell'aiutare le vittime del web e i propri clienti. Ricordiamo a tutti coloro che vogliono contattare il nostro team di compilare il modulo presente in home page, indicando quale tipo di aiuto necessita. L'invio di moduli compilati con false informazioni, incluso data di nascita, telefono, email e/o nominativo del richiedente, corrisponde a un reato federale, trattandosi di un modulo per la richiesta del blocco DMCA.

La lista degli studi legali non è completa, Emme Team sta valutando le nuove adesioni e presto la lista sarà completa.

In EMME TEAM vive la libertà di pensiero, senza distinzioni. tra sinistra, centro, dentra, democratici o repubblicani. Non c'è differenza, siamo e restiamo esclusivamente persone. In questo team, chi nel mondo normalmente la pensa diversamente, qui collabora, consiglia e si da fare per aiutare il prossimo. Rispettiamo l'individualità e amiamo l'unione che fa la forza. Le vittime non hanno sesso, colore, orientamento politico o sessuale. Le vittime sono vittime, così come chi combattiamo altro non è che la persona che fermiamo attraverso il duro lavoro e prove certificate. Non usiamo denunciare per poi usare l'opinione pubblica per avere ragione, denunciamo per fermare chi fa del male. Spesso lavoriamo in silenzio, chiedendo in cambio solo un sorriso. Lo facciamo centinaia di volte al mese e ringraziamenti quei clienti che assumendoci ci permettono di aiutare chi ha le risorse per avere giustizia. Non organizziamo convegni, ne chiediamo finanziamenti. Lavoriamo. E alla cattiveria rispondiamo con l'indifferenza. E se per questo siamo vostri nemici, meglio così. 

Sei un avvocato e vuoi aiutare i tuoi clienti Vittime del Web?

Vuoi dare un aiuto a chi non puo' difendersi?

Contattaci compilando il modulo selezionando: RICHIESTA CONTATTO.

Use of this Site is subject to express terms of use.

By using this site, you signify that you agree to be bound by the Universal Terms of Service.

All files and information contained in this Website are copyright by Emme Team and its Partners and may not be duplicated, copied, modified or adapted, in any way without our written permission. Our Website may contain our service marks or trademarks as well as those of our affiliates or other companies, in the form of words, graphics, and logos. Your use of our Website and Services does not constitute any right or license for you to use our service marks or trademarks, without the prior written permission. Our Content, as found within our Website is protected under United States and foreign copyrights. The copying, redistribution, use or publication by you of any such Content, is strictly prohibited. Your use of our Website and Services does not grant you any ownership rights to our Content. (Made in U.S.A.).

                                  © 2021 OpenSource TM (G.P.L.) 

Consulting and Security
D.M.C.A. - Publishing Security Systems