imageedit_55_5402626600.png
imageedit_110_8999363507.png
IMG_3661-removebg-preview.png

CASO TIZIANA CANTONE - QUINTO ANNIVERSARIO 2016 - 2021

 

 

EMME TEAM e IL CASO TIZIANA CANTONE - LE CONCLUSIONI

" DUE LESIONI AL COLLO - TIZIANA STANGOLATA, IL SUICIDIO E' UNA FALSA"

TIZIANA CANTONE – QUINTO ANNIVERSARIO IN ATTESA DELLA VERITÀ

 

DOPO LA CONSULENZA DEL MEDICO LEGALE, ANCHE LA CONSULENZA INFORMATICA CONFERMA: IPHONE E IPAD FURONO MANIPOLATI DOPO LA MORTE DI TIZIANA CANTONE

 

NAPOLI – Emme Team ricorda Tiziana Cantone, nel quinto anniversario della morte, avvenuto il 13 Settembre 2016.

 

A fronte di un’investigazione durante oltre un anno e dopo avero ottenuto la conferma grazie al lavoro del Prof. Mariano Cingolani, di quanto sostenuto da tempo dalla famiglia della vittima e dai suoi legali e consulenti, ovvero che la morte di Tiziana Cantone è avvenuta per strangolamento e non per suicidio, Emme Team, per fugare ogni dubbio su qualsiasi critica rigardo l’attendibilità di quanto scoperto dalle indagini condotte sui social network, account email e dispositivi elettronici in uso alla vittima, ha richiesto un controllo di tutto il lavoro svolto a un team di esperti esterno, tra cui ex agenti delle forze dell’ordine statunitensi e professori universitari.

 

Gli stessi hanno confermato come le nuove prove rinvenute e depositate presso la Procura di Napoli Nord, sono assolutamente attendibili. La nuova relazione, consegnata al team pochi venerdi scorso, i cui risultati saranno tra pochi giorni resi pubblici, è pronta per essere depositata alla Procura di Napoli Nord, insieme al parere del Prof. Cingolani.

 

Le conclusioni hanno inoltre garantito come precise e attendibili tutte le anomilie sui dispositivi elettronici riscontrate nei mesi scorsi da Emme Team, tra cui l’uso dell’Iphone di Tiziana Cantone dopo il sequestro, come confermato anche dai tabulati della Vodafone, la manipolazione dei contenuti e della rubrica telefonica, fortunatamente recuperata grazie all’account Apple della ragazza, che fu indicato erroneamente, durante le indagini nel 2016 senza informazioni al suo interno, e la cancellazione dei dati sull’Ipad, ora in buona parte recuperati.

 

Emme Team, tramite i suoi legali ha voluto precisare che nessuno oltre il proprio personale e successivamente la Procura, ha avuto l’occasione di visionare o studiare i dispoisitivi elettronici, custodini negli Stati Uniti, cosi’ come gli allegati che sono stati depositati insieme a tutte le consulenze.

 

Dopo la scoperta dei due solchi presenti sul collo della vittima ed il parere presentato dal Prof. Cingolani, incaricato da Emme Team di fornire un proprio parere da esperto, hammo dimostrato la messa in scena del suicidio, il team chiederà nuovamente alla Pubblico Ministero di nominare i propri consulenti tecnici, in modo da poter finalmente iniziare quelle azioni peritali che Tiziana Cantone e sua madre Maria Teresa Giglio, attendono da troppo tempo.

Emme Team
003.jpg

 

26 AGOSTO 2021 17:12

Napoli, Tiziana Cantone non si è suicidata: per il medico legale fu strangolata

Sul collo della donna ci sono due lesioni: una da strangolamento e l'altra  idonea a simulare un'impiccagione

Emergono nuovi dettagli sul caso di Tiziana Cantone, la 31enne che si è suicidata il 13 settembre 2016 dopo la diffusione di alcuni video hot che la ritraevano. Sul collo della donna ci sono due lesioni: una da strangolamento e una seconda idonea a simulare un'impiccagione. È quanto ipotizzato in un parere pro veritate emesso dal medico legale Mariano Cingolani (ordinario presso l'Università di Macerata), incaricato da Emme-Team, il gruppo di studio legali che assiste da quasi due anni Teresa Giglio, madre di Tiziana Cantone. 

Una "mamma coraggio" che con la sua determinazione è riuscita prima ad incidere sull'approvazione della legge sul revenge porn e poi a far riaprire il caso giudiziario dalla Procura di Napoli Nord (sostituto Giovanni Corona), che da qualche mese indaga per omicidio volontario - per ora senza indagati - e per vederci chiaro ha fatto riesumare il corpo della Cantone per effettuare quella autopsia mai realizzata. 

 

 

Tiziana Cantone non si sarebbe suicidata - Il parere di Cingolani, emesso sulla base di alcune fotografie, aggiunge nuovi particolari ad una vicenda che si trascina da anni, e conferma ovviamente quanto sostenuto dalla Giglio e da EMME TEAM, secondo cui Tiziana non si sarebbe suicidata con la pashmina ritrovata attorno al suo collo dalla zia, ma sarebbe stata uccisa, forse con la stessa pashmina, per cause peraltro al momento ignote. 

 

Si attende l'esito dell'esame autoptico - Il parere si aggiunge a mole di documenti difensivi presentati negli ultimi due anni da EMME TEAM alla Procura con sede ad Aversa (Caserta). Sulla vicenda si attende soprattutto l'esito dell'esame autoptico non ancora presentato alla Procura dai consulenti nominati nei mesi scorsi.

Link: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/campania/napoli-tiziana-cantone-non-si-e-suicidata-per-il-medico-legale-fu-strangolata_37325629-202102k.shtml

Emme Team
ansacheck-badge.png
lastampa.png
150xNxlogo.png.pagespeed.ic.QFzywzMUqB.webp
imageedit_36_6536941608.png
sussidiario.jpg
urbanpost.jpg
LOGO_LIBERO_400x400.gif
Anteprima24 logo.jpg
NapoliToday-600x220.png
edizionenapoli-logo.png
Informapress_grande-300x86.png
cropped-logo-day-site-little-3.png
open-logo_443203.jpg
gloo_2020-e1619211045344.png
logo-header-big-2.png
VoceDiNapoliPOSITIVO-1.png
preview.png
tg24 logo.png
roma.png
retenews24-logo-500x150-no-piuma.jpeg.webp
logo.jpg
viviCampania_logo.png
79aecfb0-4d39-4396-9e1a-441a18a96e14-removebg-preview.png
La_Repubblica_logo_black-removebg-preview.png
download (1).png
ITALIA24272X90_2.png
logo (1).png

IL DUBBIO - 28 AGOSTO 2021

NESSUN SUICIDIO, TIZIANA CANTONE FU STRANGOLATA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il medico legale Mariano Cingolani torna sul decesso di Tiziana Cantone,

la ragazza campana vittima di Revenge Porn. Nuovi particolari sulla vicenda giudiziaria.

Due lesioni sul collo di Tiziana Cantone, la 31enne suicidatasi il 13 settembre 2016 dopo la diffusione di alcuni video hot che la ritraevano: una da strangolamento e una seconda idonea a simulare un’impiccagione. È quanto ipotizzato – a raccontarlo è l’edizione di ieri de Il Mattino – in un parere pro veritate emesso dal medico legale Mariano Cingolani (ordinario presso l’Università di Macerata), incaricato da EMME TEAM, il gruppo di studio legali che assiste da quasi due anni Teresa Giglio, madre di Tiziana Cantone.

La “mamma coraggio” di Tiziana Cantone

Una “mamma coraggio” che con la sua determinazione è riuscita prima ad incidere sull’approvazione della legge sul revenge porn e poi a far riaprire il caso giudiziario dalla Procura di Napoli Nord (sostituto Giovanni Corona), che da qualche mese indaga per omicidio volontario – per ora senza indagati – e per vederci chiaro ha fatto riesumare il corpo della Cantone per effettuare quella autopsia mai realizzata.

Il parere di Cingolani, emesso sulla base di alcune fotografie, aggiunge nuovi particolari ad una vicenda che si trascina da anni, e conferma ovviamente quanto sostenuto dalla Giglio e da EMME TEAM, secondo cui Tiziana non si sarebbe suicidata con la pashmina ritrovata attorno al suo collo dalla zia, ma sarebbe stata uccisa, forse con la stessa pashmina, per cause peraltro al momento ignote. Il parere si aggiunge a mole di documenti difensivi presentati negli ultimi due anni da EMME TEAM alla Procura con sede ad Aversa (Caserta). Sulla vicenda si attende soprattutto l’esito dell’esame autoptico non ancora presentato alla Procura dai consulenti nominati nei mesi scorsi. L’inchiesta ipotizzò il reato di istigazione al suicidio.

Nel tritacarne dopo un rapporto sessuale

Secondo la ricostruzione di allora, Tiziana Cantone era finita nel tritacarne del web dopo che un ragazzo aveva filmato un suo rapporto sessuale. Lei si fidava, parlava con lui ma non poteva mai pensare che quella persona avrebbe fatto girare quel video. Milioni e milioni di visualizzazioni che hanno reso la vita di Tiziana un inferno. Il giudice del Tribunale di Napoli Nord aveva imposto ai social che continuavano a trasmettere il video di eliminarlo dalla rete per il cosiddetto diritto all’oblio.

Quel video hard che lei aveva girato consenziente, ma che poi era stato messo in rete senza il suo consenso aveva trasformato la vita di Tiziana costringendola a cambiare citta’, lavoro e anche a chiedere e ottenere dal tribunale un nuovo cognome.

Sul decesso di Tiziana Cantone si aprono nuovi scenari

A coordinare le indagini, il pm Rossana Esposito che ascoltò la madre di Tiziana e tutte le persone più vicine a lei per ricostruire una storia già nota negli ambienti giudiziari. Tiziana, prima di cadere in una profonda depressione, aveva lottato per ottenere giustizia contro quelle persone di cui lei si fidava ma che poi l’hanno tradita dandola in pasto ad un mondo virtuale che non le ha risparmiato alcun tipo di insulto. Perfino la madre era stata costretta a lasciare il suo lavoro e trasferirsi altrove. Insomma, una storia dolorosissima sulla quale, però, oggi si aprono scenari inediti e inquietanti secondo i quali Tiziana sarebbe infatti stata uccisa.

 

Copyright 2021 © Il Dubbio Edizioni Diritto e Ragione s.r.l. Socio Unico - P.IVA 02897620213

Link: Cingolani: «Nessun suicidio, Tiziana Cantone fu strangolata» – Il Dubbio

il_dubbio_ok.png
Emme Team
Emme Team
Emme Team

 

TIZIANA CANTONE RIMOSSI DA YOU TUBE I VIDEO CON LA SUA VOCE - 13 LUGLIO 2021

 

 

 

 

 

 

41* PARALLELO - CONDANNATO EX CONSULENTE E TROVATI NUOVI INDIZI

CASO TIZIANA CANTONE – EX CONSULENTE CONDANNATO PER AVER RUBATO L’IDENTITÀ ALLA MADRE DELLA VITTIMA E SALVATI GLI ACCOUNT EMAIL E ICLOUD DI TIZIANA.

Un anno fa, grazie ai sistemi di identificazione online adottati da Emme Team, scoprendo l’uso non autorizzato del nome della Sig.ra Giglio, madre di Tiziana Cantone, fu possibile individurarne l’origine dell’indirizzo IP e tracciarlo fino a risalire all’ex consulente che si occupó del caso prima dell'arrivo degli esperti italo-americani.

Grazie alle prove raccolte da Emme Team, il Tribunale di Teramo ha condannatol'ex perito per aver rubato l’identità a Maria Teresa Giglio, aprendo senza permesso un’email PEC sul portale di Aruba, mentre era stato assunto come perito informatico.

Nel frattempo i consulenti della Emme Team sono riusciti ad impedire la cancellazione degli account email in uso alla vittima che stavano per essere disconnessi, a causa del mancato utilizzo per anni.

Così facendo é stato possibile anche salvare i dati rimasti attivi nell’ICloud della vittima, dichiarato dalle precedenti indagini dell’Autorità Giudiziaria vuoto, mentre in realtà sono stati trovati molti indizi, incluso centinaia di nominativi ed i loro contatti telefonici.

Link: Tiziana Cantone, verso la svolta: trovati nuovi indizi. C'è una condanna (41esimoparallelo.it)

 

Copyright © 2021 - PRS S.r.l. - C.F. / P. Iva / Reg. Imp. Milano n° 00816440150

Emme Team
Emme Team
Emme Team
Emme Team
Emme Team
Emme Team
download-removebg-preview.png

Copyright: Copyright 2021 © RCS Mediagroup S.p.a. - Copyright © 1999-2021 RTI S.p.A. Business Digital - Copyright 2020 © Il Messaggero - Copyright 2020-2021 © Il Giornale - Copyright 2021 © Il Mattino - Copyright 2020 ©  TGCPM 24 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital - Copyright 2020 © La Repubblica - Copyright 2021 © Informazione.it - Copyright 2021 © La Voce - Copyright 2021 © Baraonda News - Copyright 2021 © UrbanPost - Copyright 2021 © Il Mattino

Emme Team
Le-Iene-Logo.png

Copyright © 2021 RTI S.p.A. Business Digital - P.Iva 0397688100 Sky Italia - P.IVA 04619241005                                                                                                                         

Linkhttps://www.facebook.com/leiene/videos/767595383829862/

Copyright © 2021 - La7 S.p.A. - P.IVA 12391010159 Licenza SIAE 3344/I/3215                                                                                                    

Link: Morte Tiziana Cantone, tanti elementi portano a riaprire il caso. Non fu suicidio? (la7.it)

Copyright © 2021- RTN TV                                                                                                         

Linkhttps://www.facebook.com/Rtntv607/videos/184926633736521/

Emme Team
Emme Team

Sei un avvocato e vuoi aiutare i tuoi clienti Vittime del Web?

Vuoi dare un aiuto a chi non puo' difendersi?

Contattaci compilando il modulo selezionando: RICHIESTA CONTATTO.

Studi Legali Partners:

imageedit_110_8999363507.png
rodenhouse-law-group-grand-rapids-mi-law
logo GNAZI GOLD - trasparente.png
imageedit_3_4538250249.png
CMORREALE_LOGO-removebg-preview.png
logo-vittorio-marinelli.png
Logo Studio Legale Pescuma.jpg

Use of this Site is subject to express terms of use.

By using this site, you signify that you agree to be bound by the Universal Terms of Service.

2020 Emme Team and its Members © | Emme.Team Privacy Policy

All files and information contained in this Website are copyright by Emme Team and its Partners and may not be duplicated, copied, modified or adapted, in any way without our written permission. Our Website may contain our service marks or trademarks as well as those of our affiliates or other companies, in the form of words, graphics, and logos. Your use of our Website and Services does not constitute any right or license for you to use our service marks or trademarks, without the prior written permission. Our Content, as found within our Website is protected under United States and foreign copyrights. The copying, redistribution, use or publication by you of any such Content, is strictly prohibited. Your use of our Website and Services does not grant you any ownership rights to our Content. (Made in U.S.A.).

Emme Team

Copyright © 2021 OpenSource TM (G.P.L.)